Android Q: una dolce novità! 🍭

 Android Q: una dolce novità! 🍭

In questi giorni Google ha rilasciato e presentato l’ultima versione del sistema operativo per dispositivi mobile Android.

Questa nuova versione è stata chiamata Android Q (o Android 10). Si è quindi abbandonata la sequenza di denominazioni, in ordine alfabetico, con dei nomi di dolci, come si vede in questo tweet:

Android (Alpha)
Android (Beta)
Android Cupcake
Android Donut
Android Eclair
Android Froyo
Android Gingerbread
Android Honeycomb
Android Ice Cream Sandwich
Android Jellybean
Android KitKat
Android Lollipop
Android Marshmallow
Android Nougat
Android Oreo
Android Pie
Android ….. 10

Marques Brownlee (@MKBHD) August 22, 2019

Ma quello che interessa noi graphic designer è che, insieme a questa nuova versione del software, è arrivato anche un aggiornamento della brand identiy Android. Si tratta così del terzo restyle ufficiale dal 2014.

Questo è il bellissimo video di presentazione riguardante l’ultimo redesign:

Le differenze? Piccole ma sostanziali. La più evidente? Il logotipo (cioè la parte testuale del logo).

Si tratta infatti di un carattere più sottile e snello con alcuni angoli inferiori arrotondati che lo rendono più amichevole, pur rimanendo visivamente ordinato e pulito.

Ma ci sono anche altre novità, tra cui una palette colori dedicata.

Innanzitutto, il verde utilizzato in precedenza è stato sostituito da una diversa tonalità decisamente più fresca, con meno luminosità e saturazione, che dona al simbolo un aspetto più elegante e meno tecnologico e frizzante rispetto a prima.

Il resto della nuova combinazione di colori è ovviamente coerente con l’ecosistema di Google e il suo Material Design. Questa nuova palette di colori, all’interno di android, avrà delle linee guida di utilizzo ma in generale le aziende che personalizzeranno il software (le varie Samsung, OnePlus, eccetera) saranno libere di usarla in qualunque modo desiderino.

Un’altra modifica importante è nel pittogramma del robottino, che è stato notevolmente semplificato, mantenendo solo la testa, in modo da posizionarsi meglio affiancato al logotipo.

Infatti, nel processo creativo ha subito diverse modifiche al suo raggio di curva e al posizionamento di occhi ed antenne rendendo il nuovo design molto più armonico. L’obiettivo dei designer di Google è quello di rendere il Robot più espressivo ed antropomorfo creando interazione con l’utente tramite le sue espressioni. Proprio come se fosse un emoji.

Ancora una volta, il team dei designer di Google si dimostra estremamente attento ai dettagli e non frettoloso nell’introdurre cambiamenti che invece sono ben studiati ed applicati.

Nessun stravolgimento radicale, nessuna rivoluzione. Solo un’evoluzione.
Fonti: Google, Androidcentral, HDblog, Grafigata
Articolo scritto da: Davide Reggiani

Potrebbero interessarti anche:

Manuele Del Cuoco

http://www.manueledelcuoco.it

Imprenditore Digitale - Graphic Designer - Marketer 🚀 Classe 1999 - Dal 2016 nel mondo del Web Marketing: prima come social media marketer, poi come grafico pubblicitario, riprendendo una passione coltivata fin da piccolo. Attualmente, insieme a due strepitosi soci, porta avanti l'agenzia di Marketing & Comunicazione più Creativa che c'è: BRANDBOX 🔶

Lascia una recensione

0
SUPERB!

0 Recensioni

0
(0)
0 Voti

Scrivi una Recensione

Post Correllati

Lascia un Commento